martedì 3 ottobre 2017

Missionary Projects Directly Dependent on the General Curia

Sulla rivista dell'OFM è stato pubblicato un articolo interessante [ Missionary Projects Directly Dependent on the General Curia ] sulla Fraternità Internazionale di İstanbul, in allegato anche un dossier sulla comunità





Dossier sulla Fondazione B.Egidio

articolo originale: Missionary Projects Directly Dependent on the General Curia


We invite you to view this map and check some of the missionary projects that depend directly on the OFM General Curia:

These are reminders of the international reality of the Order and of the urgent need for a fraternal cooperation at the universal level. We invite you to contact us for details and consider a process of discernment.

sabato 30 settembre 2017

Aziz Fransua’nın bayram arifesinde, dua’ya sizleri davet ediyor.

Les Frères Mineurs et les memebres de la Paroisse de Sainte Marie Draperis Vous invitent
à la prière du “transito”de la Terre au Ciel de Saint François
qui aura lieu à l’Eglise Sainte Marie Draperis
Le mardi 3 Octobre 2017 à 18 h.00
Nous vous attendons avec joie!

Santa Maria Draperis rahipleri ve kilise mensupları
Aziz Fransua’nın bayram arifesinde
Santa Maria Draperis’te Salı 3 Ekin 2017 saat 18,00’da
yapılacak dua’ya sizleri davet ediyor. Sizleri aramızda görmekten çok mutlu olacağız!



I Frati Minori e la parrocchia di Santa Maria Draperis
Vi invitano alla celebrazione del “transito” dalla terra al Cielo di San Francesco 
martedì 3 ottobre 2017 alle ore 18.00
nella chiesa di Santa Maria Draperis
Vi attendiamo con gioia!

The Friars Minor and the parish of Santa Maria Draperis 
invite You to the celebration of “ the transit” from the earth to the Heaven of Saint Francesco
Tuesday 3 october 2017 at 18.00
in the church of Santa Maria Draperis
We wait for You with joy! 

venerdì 29 settembre 2017

Riscoperto un antico manoscritto Francescano

Nel 2015 è stata scoperta una nuova "Vita di Francesco di Assisi" attribuita a Tommaso da Celano, forse il secondo scritto in onore del Santo un decennio dopo la sua morte. Questa scoperta è stata  ampiamente divulgata dai media. Questa Vita e diversi scritti francescani che la accompagnano (la Regula bullata e le Ammonizioni in particolare), sono in realtà solo una piccola parte di un manoscritto contenente una grande varietà di documenti. Il manoscritto di 122 fogli è conservato presso la Bibliothèque nationale de France (BNF NAL 3245) ed è disponibile nella sua interezza sul sito web di Gallica (http://gallica.bnf.fr/ark:/12148/btv1b10516082m/f8.image)

Dal 20 al 22 settembre 2017, la BNF e l’Institute de recherche et d’histoire des teste  ha organizzato a Parigi, sotto la direzione di Jacques Dalarun, un dibattito che ha cercato di esplorare e cercare di comprendere questo  manoscritto originale (www.irht.cnrs.fr/?q=en/agenda/le-manuscrit-franciscain-retrouve).

Il manoscritto solleva molte domande, avendo un aspetto piuttosto modesto e di dimensioni ridotte (120 mm per 80mm). E’ chiaramente contrassegnato da una enfasi morale  escatologica, era uno strumento al servizio dei predicatori itineranti nei primi anni del 1240? Tutto sembra indicare che si compone di  diversi scrittori: chi erano? Frati francescani italiani che hanno studiato a Parigi? Era per uso individuale o collettivo? Così tante domande!

giovedì 28 settembre 2017

La Cripta di San Francesco

In questo momento sei nel cuore del francescanesimo,
sulla tomba di San Francesco


La Cripta di San Francesco - in diretta

sabato 12 agosto 2017

Il premio "Luigi Padovese" alla Custodia di Terra Santa

Il premio “Luigi Padovese” a favore dei cristiani in terre “difficili" va alla Custodia di Terra Santa. Il riconoscimento in memoria del vescovo assassinato in Turchia è stato conferito a Bibione, in Italia, il 9 agosto all'interno di una cerimonia svoltasi nella parrocchia di Santa Maria Assunta.
In occasione degli 800 anni di presenza dei francescani in Terra Santa, «la Custodia è stata premiata in quanto presente in un territorio dove i cristiani sono la minoranza. - ha spiegato Fr. Francesco Patton - e le è stato riconosciuto l'impegno nella salvaguardia dei cristiani, attraverso la cura dei luoghi e delle persone». La parrocchia di Bibione, che in inverno conta poche centinaia di fedeli, durante l'estate si trova a essere punto di riferimento di duecentomila persone. All'interno della serie di eventi previsti per l'estate, la serata del 9 agosto è stata dedicata interamente alla Terra Santa.

lunedì 31 luglio 2017

La vita sant'Ignazio di Loyola

Il santo del giorno - sant'Ignazio di Loyola

Il grande protagonista della Riforma cattolica nel XVI secolo, nacque ad Azpeitia, un paese basco, nel 1491. Era avviato alla vita del cavaliere, la conversione avvenne durante una convalescenza, quando si trovò a leggere dei libri cristiani. All'abbazia benedettina di Monserrat fece una confessione generale, si spogliò degli abiti cavallereschi e fece voto di castità perpetua. 
Nella cittadina di Manresa per più di un anno condusse vita di preghiera e di penitenza; fu qui che vivendo presso il fiume Cardoner decise di fondare una Compagnia di consacrati. Da solo in una grotta prese a scrivere una serie di meditazioni e di norme, che successivamente rielaborate formarono i celebri Esercizi Spirituali. L'attività dei Preti pellegrini, quelli che in seguito saranno i Gesuiti, si sviluppa un po'in tutto il mondo. Il 27 settembre 1540 papa Paolo III approvò la Compagnia di Gesù. Il 31 luglio 1556 Ignazio di Loyola morì. Fu proclamato santo il 12 marzo 1622 da papa Gregorio XV. (Avvenire)

sabato 10 giugno 2017

Il Crocifisso di San Damiano torna a San Damiano - Parlano i colori


Fonte: Rivista “Assisi Porziuncola”.
Il Crocifisso di San Damiano è un’icona bizantina, con forti influssi siriaci, opera di un pittore umbro del XII secolo. Fu dipinto su una tela incollata su una tavola di legno di noce alta 190 cm, larga 120 cm e spessa 12 cm. Nel linguaggio proprio delle icone, ogni elemento è ricco di significati simbolici, e deve contribuire a rendere visibile l’invisibile, permettendo a chi la contempla di immergersi nel mistero di Dio. [ ...continua - Parlano i colori ]

sabato 21 gennaio 2017

Assisi OFM - News - Francescanesimo - Ite nuntiate

Sul sito dell’Ordine dei Frati Minori è stato appena pubblicato il nuovo testo, rivisto e corretto, delle linee-guide sulle nuove forme di vita e missione dell’Ordine. 

L’intento del Sussidio è di segnalare e far conoscere sempre più e meglio queste Nuove Forme a tutti i frati e, in primis, ai Ministri provinciali e ai Custodi, i quali hanno il compito di discernere l’ispirazione dei frati loro affidati, di incoraggiarli e di seguire da vicino la costituzione di nuove fraternità. Queste Linee-guida si rivolgono in particolare a voi, cari fratelli ispirati a vivere le Nuove Forme di Vita e Missione, per offrirvi sostegno, simpatia e criteri orientativi nel concretizzare ciò che arde nel vostro cuore.

È possibile scaricare la versione italiana o accedere al sito per le altre lingue


Assisi OFM - News - Francescanesimo - Ite nuntiate

domenica 25 dicembre 2016

Mutlu Noeller! Buon Natale!

Buon Natale! Mutlu Noeller! Merry Christmas!
Χρόνια Πολλά και Ευλογημένα!

Cumhurbaşkanı Erdoğan’dan Noel Kutlama Mesajı

Gli auguri del Presidente della Repubblica R.T. Erdoğan a tutti i cittadini cristiani per il Natale.

The President of the Turkish Republic R.T. Erdoğan wishes a Holy Christmas to the Christian citizens.

Cumhurbaşkanı Recep Tayyip Erdoğan, bu yıl da yayınladığı mesajla Hristiyan Türkiye Cumhuriyeti vatandaşlarının ve Hristiyan aleminin Noel Bayramı’nı kutladı. Erdoğan mesajında, “Hristiyanlık inancına mensup vatandaşlarımızı Noel yortuları vesilesiyle en içten duygularımla tebrik ediyorum.” dedi.



mercoledì 7 dicembre 2016

Festa dell'Immacolata Concezione.

giovedì 8 dicembre alle ore 18.00 celebreremo una messa nella Chiesa di S.Maria in occasione della festa dell'Immacolata Concezione.

click -> big

thursday the 8 december at 18.00 we will celebrate a mass in the church of St.Maria for the feast of the Immaculate Conception.

giovedì 6 ottobre 2016

Il manoscritto sulla vita di San Francesco



Miserias experiri

il documentario che mostra il manoscritto sulla vita di San Francesco
Le prime immagini mai realizzate da una troupe televisiva del codice medievale contenente particolari inediti della vita ritrovata di San Francesco e attribuito a Tommaso da Celano. E’ quanto propone “Miserias experiri” ("Fare esperienza della miseria") il documentario prodotto da Tv2000 e realizzato dal giornalista Pierluigi Vito. Una storia suggestiva che parte dalla recente scoperta di un manoscritto, di cui si ignorava l'esistenza, da parte del maggior studioso delle fonti francescane, il professor, Jacques Dalarun. È proprio lo studioso francese che fa da guida in un viaggio della memoria tra Assisi e Parigi (dove il manoscritto è ora conservato presso la Bibliothèque Nationale de France) per comprendere misteri e rivelazioni che serba questo piccolo grande tesoro riemerso dallo scrigno della storia. E che permetterà di avvicinarci ancora di più allo spirito originario della testimonianza di fede del Santo assisiate, della sua scelta della povertà e del suo amore per le creature di Dio. Il titolo del documentario fa riferimento a una delle novità sulla biografia di Francesco rivelate dal manoscritto: l'impatto con il mondo dei poveri e della miseria che Francesco ebbe già prima della sua conversione in un viaggio di lavoro compiuto a Roma. Nel documentario anche le interviste al Ministro generale dell'Ordine dei Frati Minori, Michael Perry e con il paleografia di fama internazionale Attilio Bartoli Langeli, che illustra genesi e particolarità della più antica trascrizione del Cantico di Frate Sole, custodita al Sacro Convento di Assisi.

venerdì 15 luglio 2016

Mons. Tierrablanca (vicario Istanbul), solidarietà verso profughi e rifugiati che sono “testimonianza” e “grazia” | AgenSIR

La presenza dei profughi e rifugiati, nonostante la loro situazione di angoscia e povertà, ha per noi un valore di testimonianza di fede”. Lo ha detto questa sera monsignor Rubén Tierrablanca, vicario apostolico di Istanbul, ad un incontro sui profughi e rifugiati in Turchia organizzato dalla Comunità siriana cattolica a Istanbul. Presente anche Sua Santità Bartolomeo I e altri esponenti delle diverse Chiese. “Sappiamo – ha proseguito mons. Tierrablanca – che la Turchia è un paese di accoglienza. Per noi questa solidarietà diventa una grazia”. Di qui l’importanza di collaborare tra diverse Chiese e religioni “per dare il nostro contributo a partire del Vangelo” perché “preghiera, digiuno ed elemosina sono atti di giustizia”. Per questo, “la nostra preghiera vuole intensificarsi e noi vogliamo promuoverla insieme negli incontri ecumenici e interreligiosi. E le privazioni non sono solo per risparmio e incremento del conto bancario, ma di solidarietà con i più poveri, con quelli che davvero digiunano”. Infine l’elemosina: “per quanto possibile non dovrà essere solo di avanzi, ma di vera risposta ai fratelli e sorelle bisognosi”. “Ci sono diversi enti e associazioni che si muovono in tutto il paese, dal governo alle nostre attività per motivo religioso, fino agli spiccioli dati sulla strada. Ma attenzione – il monito del vicario -: la generosità cristiana non deve diventare una ideologia neppure deve essere fatta per immagine mediatica. E’ vero che in Siria la crisi di violenza è enorme, ma ugualmente la popolazione irachena, afgana e iraniana e tanti paesi africani e asiatici soffrono e attendono una nostra risposta”. Infine il rinnovato “impegno di solidarietà” del vicariato apostolico d’Istanbul in tutte le iniziative e attività umanitarie.

Turchia: mons. Tierrablanca (vicario Istanbul), solidarietà verso profughi e rifugiati che sono “testimonianza” e “grazia” | AgenSIR

giovedì 16 giugno 2016

Lepetitjournal.com - Un nouvel évêque ordonné à Istanbul

Samedi 11 juin 2016, la Cathédrale du Saint-Esprit située à Harbiye près du centre névralgique de Taksim et qui a accueilli le 29 novembre 2014 la visite du Pape François, ressemblait à une fourmilière. C'est en effet là qu'a eu lieu l'ordination épiscopale de Mgr Ruben Tierrablanca Gonzales, nouveau vicaire apostolique et évêque d'Istanbul succédant à Mgr Louis Pelâtre qui a fait valoir ses droits à la retraite après avoir été nommé à ses fonctions en 1992.







sabato 11 giugno 2016

Episcopal Ordination of Mgr Ruben Tierrablanca - the litany


by N.Ritzmann

Episcopal Ordination of Mgr Ruben Tierrablanca


by N.Ritzmann

Holy Spirit Cathedral, 11 June 2016 – Fr. Rubén Tierrablanca Gonzalez, O.F.M., is the new apostolic vicar of Istanbul, Turkey, and apostolic administrator of the exarchate for faithful of Byzantine rite. He was born in Cortázar, Mexico in 1952, gave his religious vows in 1977, and was ordained a priest in 1985. He holds a degree in sacred scripture from the Pontifical Biblical Institute, Rome, and has served in a number of pastoral and academic roles, including formator in the Franciscan seminary, professor of sacred scripture and master of students of theology at the St. Anthony Seminary, El Paso, U.S.A., rector of the Pontifical University Antonianum, Rome, and parish priest. He is currently delegate vicar of the apostolic vicariate of Istanbul. He succeeds Bishop Louis Pelâtre, A.A., whose resignation from the pastoral care of the same apostolic vicariate upon reaching the age limit was accepted by the Holy Father.

Episcopal Ordination of Mgr Ruben Tierrablanca - syriac choir


by Nathalie Ritzmann

giovedì 9 giugno 2016

Il card. Sandri in Turchia dal 10 al 12 giugno

Sarà In Turchia per due giorni, dal 10 al 12 giugno prossimi il card. Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali. Il porporato raggiungerà Istanbul per presiedere la consacrazione episcopale di mons. Ruben Tierrablanca Gonzalez, francescano minore, vicario apostolico di Istanbul e amministratore apostolico dell’Esarcato per i fedeli bizantini.
http://www.news.va/it/news/il-card-sandri-in-turchia-dal-10-al-12-giugno

Le cardinal Leonardo Sandri, préfet de la Congrégation pour les Eglises orientales est attendu cette semaine à Istanbul, du vendredi 10 au dimanche 12 juin. Il présidera la consécration épiscopale du nouveau vicaire apostolique, Mgr Ruben Tierrablanca Gonzalez. Ce franciscain mexicain, qui succède à un assomptionniste français, Mgr Louis Pelâtre, aura également la charge d’administrateur apostolique de l’exarchat pour les fidèles de rite byzantin. Agé de 64 ans, Mgr Tierrablanca a été entre autres recteur de l’Université pontificale Antonianum de Rome, et responsable de la Fraternité internationale pour le Dialogue œcuménique et interreligieux en Turquie.
http://www.news.va/fr/news/le-cardinal-sandri-en-visite-en-turquie


venerdì 3 giugno 2016

Incontro Europeo dei cappellani


A Strasburgo, Francia,  dal 30 Maggio al 01 Giugno 2016 si è svolto l’incontro europeo dei cappellani delle carceri. L’incontro è stato organizzato dalla Commissione Caritas in Veritate insieme alla Missione Permanente della Santa Sede presso il Consiglio d’Europa e Commissione Internazionale della Pastorale Cattolica nelle Prigioni (ICCPPC). Il tema dell’incontro è stato: Radicalizzazione nelle carceri: una prospettiva pastorale. Per la Conferenza Episcopale di Turchia hanno participato, Sr Miriam Ada  Oyarzo e Fra Eleuthere Makuta.

Per promuovere il rispetto della dignità umana e della libertà religiosa dei detenuti: questa l’indicazione primaria emersa al termine dell’incontro europeo dei cappellani penitenziari, terminato ieri a Strasburgo, presso la sede del Consiglio d’Europa. All’evento, sul tema “Radicalizzazione nelle carceri: una visione pastorale”, hanno preso parte circa 60 partecipanti, tra cui cappellani cattolici incaricati della Pastorale nelle carceri, cappellani di Chiese ortodosse e protestanti, un gruppo di musulmani coinvolti nella stessa attività , nonché rappresentanti del Consiglio d’Europa e di altri organismi internazionali.

Carcere non deve negare dignità inalienabile dell’uomo
Al termine dei lavori, il Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (Ccee) e la Commissione internazionale della Pastorale cattolica nelle carceri (Iccpc) hanno diffuso una dichiarazione in cui si sottolinea che: “Le condizioni a volte dure in cui versano le persone in carcere, non negano il fatto che la persona sia creata a immagine di Dio, la sua inalienabile dignità e i suoi diritti”. Inoltre, di fronte alla sfida posta dalla crescita dell'estremismo violento e dal fenomeno della radicalizzazione, i firmatari si appellano alle "Linee Guida per i servizi carcerari e di libertà vigilata in materia di radicalizzazione ed estremismo violento" approvate dal Consiglio d'Europa. In tale documento viene ribadita, tra l’altro, la necessità di rispettare il principio della libertà di espressione e di religione nei penitenziari.

Rispetto libertà religiosa è fattore decisivo contro estremismo violento
“Il rispetto del diritto alla libertà religiosa – evidenziano Ccee e Iccpc - non solo è compatibile con le condizioni di vita in carcere, ma rappresenta anche un fattore decisivo nella lotta contro l'estremismo violento”. Per questo, il cappellano carcerario rappresenta “un fattore positivo nel promuovere il benessere all'interno dell'ambiente carcerario”, perché esso può cooperare nel promuovere “il rispetto per la dignità umana dei prigionieri e nel costruire un ambiente caratterizzato dalla fiducia reciproca”. In tal modo, i cappellani penitenziari “possono essere un valido strumento per educare al rispetto per le persone di altre fedi. Un'autentica spiritualità porta sempre alla pace e al rispetto dell'altro”.
6 novembre, Giubileo carcerati: detenuti al centro della vita della Chiesa
In quest’ottica, viene riaffermato l’impegno dei cappellani stessi ad essere “al servizio del benessere spirituale di coloro che si trovano in carcere ed a promuovere uno spirito di pace, tolleranza e comprensione reciproca tra persone appartenenti a confessioni religiose diverse o a nessuna confessione”.  Naturalmente, in tale ambito si ricorda la necessaria collaborazione “tra le autorità pubbliche e le confessioni religiose”. Infine, guardando al Giubileo dei carcerati che si celebrerà a Roma il 6 novembre prossimo, si ricorda che tale evento sarà “un'occasione speciale per sottolineare che i nostri fratelli e sorelle in stato di detenzione sono al centro della vita della Chiesa”.



http://www.ccee.eu/it/calendar-2016/2016-european-meeting-of-prison-chaplains 

venerdì 20 maggio 2016

Fête de Sainte Rita à Santa Maria Draperis


Comme chaque année, nous célébrerons ce dimanche 22 mai la fête de Santa Rita à Santa Maria Draperis.  Pour cette année, nous aurons la Sainte Messe présidée par Monseigneur Louis Pelâtre à 11h30. Vous êtes tous invités à venir recevoir une bénédiction spéciale et une rose bénie par notre Evêque.
+

sabato 16 aprile 2016

E' con grande gioia… !

Il Papa ha nominato Vicario Apostolico di Istanbul e Amministratore Apostolico dell’Esarcato per i fedeli di rito bizantino, il Rev.do P. Rubén Tierrablanca Gonzalez, O.F.M., finora Vicario Delegato del Vicariato Apostolico di Istanbul, assegnandogli la Sede titolare vescovile di Tubernuca.


Rev.do P. Rubén Tierrablanca Gonzalez, O.F.M. Il Rev.do P. Rubén Tierrablanca Gonzalez, O.F.M., è nato a Cortázar, nella diocesi di Celaya (Messico), il 24 agosto 1952. Dopo aver frequentato il Seminario Francescano, è entrato in noviziato il 22 agosto 1970. Ha studiato al Colegio Santa Cruz di Queretaro (Messico) e al Saint Anthony Seminary di El Paso, TX (USA) la filosofia e la teologia. Successivamente, in Italia, ha frequentato il Pontificio Istituto Biblico di Roma dove ha conseguito la licenza in Sacra Scrittura nel 1985.
Ha emesso la professione religiosa nell’Ordine dei Frati Minori il 2 agosto 1977, ed ha ricevuto l’ordinazione presbiterale il 29 giugno 1978.
Dal 1978 al 1980, è stato formatore nel locale Seminario Francescano prestando servizio nella Parrocchia San Francisco in Acámbaro (Guanajuato in Messico). Nel 1985, si è trasferito a Roma per gli studi essendo nel contempo Vice Maestro all’Antonianum di Roma (1983-1985). In seguito dal 1985 al 1990 è stato Professore di Sacra Scrittura e Maestro degli studenti di Teologia al Saint Anthony Seminary di El Paso, TX (USA); Definitore Provinciale e Segretario della Formazione e degli Studi della Provincia (1990-1992).
Nel 1992 è stato nominato Rettore della Pontificia Università Antonianum di Roma e poi Guardiano della Curia Generalizia in Roma (1997-2003).
Dal 2003 è Guardiano dei Frati Minori di Istanbul, della Fraternità Internazionale per il Dialogo Ecumenico e Interreligioso in Turchia, e Parroco della parrocchia Santa Maria Draperis in Istanbul. Dal 2014 è Vicario Delegato del Vicariato Apostolico di Istanbul.
Oltre allo spagnolo, parla l’italiano, l’inglese, il francese e il portoghese, conosce il turco, il tedesco, il latino, il greco e l’ebraico.
[00615-IT.01]


News Vaticane



Vatican City, 16 April 2016 – The Holy Father has:

- appointed Fr. Rubén Tierrablanca Gonzalez, O.F.M., as apostolic vicar of Istanbul (Catholics 15,650, priests 42, religious 80 ), Turkey, and apostolic administrator of the exarchate for faithful of Byzantine rite. The bishop-elect was born in Cortázar, Mexico in 1952, gave his religious vows in 1977, and was ordained a priest in 1985. He holds a degree in sacred scripture from the Pontifical Biblical Institute, Rome, and has served in a number of pastoral and academic roles, including formator in the Franciscan seminary, professor of sacred scripture and master of students of theology at the St. Anthony Seminary, El Paso, U.S.A., rector of the Pontifical University Antonianum, Rome, and parish priest. He is currently delegate vicar of the apostolic vicariate of Istanbul. He succeeds Bishop Louis Pelâtre, A.A., whose resignation from the pastoral care of the same apostolic vicariate upon reaching the age limit was accepted by the Holy Father.



Press.vatican.va/




venerdì 11 marzo 2016

Una nuova Fraternità in Turchia


Fraternità in Turchia

Fr. Hermann Schalück, visitando Bartolomeo I nel 1995, ha avuto una felice intuizione: creare una Fraternità internazionale. Negli anni successivi i Ministri generali hanno dato seguito a tale intuizione, costituendo l’attuale Fraternità per il dialogo ecumenico ed interreligioso.
La Fraternità di Istanbul ha come obiettivo generale testimoniare la forma di vita evangelica, promuovendo il dialogo ecumenico ed interreligioso, vivendo la comunione con la Chiesa locale e offrendo un servizio di formazione permanente all’Ordine.
Dopo dodici anni, il progetto si è sviluppato. 
L’attuale Ministro generale, Fr. Michael A. Perry, e il suo Definitorio hanno deciso di aprire un’altra Fraternità a Smirne, sempre in Turchia con gli stessi obiettivi, ma aggiungendo la promozione del dialogo con la cultura.
I Frati delle due Fraternità si sono riuniti presso la Curia generale, dal 25 al 30 gennaio 2016, per il loro primo Capitolo.










12° Corso di Formazione permanente sul Dialogo ecumenico ed interreligioso ad Istanbul

Le fraternità internazionali d’Istanbul e Smirne in Turquía, in collaborazione con la Segreteria generale per le Missioni e l’Evangelizzazione, offrono ai Frati Minori e ad altri interessati della Famiglia Francescana un Corso di Formazione permanente sul Dialogo ecumenico ed interreligioso ad Istanbul in Inglese e in Francese.
Questo corso si svolgerà dal 13 al 28 ottobre 2016
I temi previsti sono: Formazione al dialogo nel carisma francescano, Dialogo ecumenico, islamo-cristiano e giudeo-cristiano. 
Nelle attività del corso ci sarà una visita di 3 giorni ai luoghi delle “Chiese dell’Apocalisse”. Il costo del corso è di € 600,00. 
I frati interessati possono inviare la richiesta di prenotazione al responsabile del corso Fr. Rubén Tierrablanca, ofm. rtierrablanca@ofm.org oppure via fax +90-212-2432791 entro e non oltre il 31 agosto 2016. Le prime 20 persone iscritte saranno confermate e riceveranno il programma dettagliato del corso. Lo stesso corso è previsto in italiano e spagnolo in ottobre 2017.

10.2015


10.2015

12° Curso de Formación permanente sobre el Diálogo ecuménico e interreligioso en Estambul

Las Fraternidades internacionales de Estambul y Esmirna en Turquía, en colaboración con la Secretaría general para las Misiones y la Evangelización, ofrecen a los Hermanos Menores y a otros interesados de la Familia franciscana, un curso de Formación permanente sobre el Diálogo ecuménico e interreligioso en Estambul en Inglés y Francés. 
Este curso se llevará a cabo del 13 al 28 de octubre de 2016.
Los temas previstos son: Formación al diálogo en el carisma franciscano, Diálogo ecuménico, islámico-cristiano y judeo-cristiano.
En las actividades del curso se hará una visita de tres días a los lugares de las “Iglesias del Apocalipsis”. 
El costo del curso es de € 600,00. Los hermanos interesados pueden enviar la solicitud de reservación al responsable del curso Fr. Rubén Tierrablanca, ofm, rtierrablanca@ofm.org o por fax +90-212-2432791 antes del 31 de agosto de 2016. Las primeras 20 personas inscritas serán confirmadas y recibirán el programa detallado del curso. El mismo curso está previsto en Español y en Italiano en octubre del 2017.

10.2015


10.2015

12th Course of Ongoing Formation on Ecumenical and Interreligious Dialogue in Istanbul

The international fraternities of Istanbul and Smyrna in Turkey, in collaboration with the General Secretariat for the Missions and Evangelization, is offering to all the Friars Minor and those interested of the Franciscan family, a course of ongoing formation on the Ecumenical and Interreligious dialogue in both English and French languages. 
This course will be in October 13–28, 2016. The topics will be on Formation to Dialogue in the Franciscan Charisma, Ecumenical, Islam–Christian and Judeo-Christian Dialogue.
There will also be a visit made to the Churches of the Apocalypse.
The price of the course is €600.
Friars who are interested may send their requests for reservations to Brother Ruben Tierrablanca, OFM, e-mail rtierrablanca@ofm.org or by fax +90–212–243-2791 not later than August 31st, 2016. The first twenty enrolled persons will be confirmed and will receive a detailed program of the course. The same course is also foreseen in both Spanish and Italian in October 2017.

10.2015


10.2015

mercoledì 6 gennaio 2016

Preghiera per i migranti

Ogni anno si fa la preghiera per i migrante. Un incontro di tutti i cristiani d'Istanbul per pregare insieme. Quest'anno l'abbiamo fatta a la Chiesa Armena Cattolica, vicino Taksim.





mercoledì 11 novembre 2015

Congedo de Fr.Gwenole

La Fraternità internazionale d'Istanbul si è riunita per celebrare la Messa di congedo di Fr. Gwénolé Jeusset, dopo 12 anni di servizio.
È stata presieduta dal Vescovo, Mons. Louis Pelâtre e condivisa dai nostri fratelli venuti per il corso ed alcuni religiosi e laici. Al rientro nella sua provincia francese, i superiori l'hanno inviato a Nantes.




domenica 1 novembre 2015

Corso per il Dialogo 2015. Condivisione della preghiera dei aleviti.

Ogni giovedì, gli alvevi hanno la loro preghiera comune. Con il gruppo del corso siamo stati fortunati di condividere un giovedì speciale di preghiera.





Corso per il Dialogo 2015. Visita alle Chiese dell'Apocalisse

Fa parte del corso la visita alle sette chiese "del Apocalisse". Non è soltanto una visita turistica, ma spirituale. Oltre a vedere e immaginare com'erano le antiche città facciamo un viaggio spirituale rileggendo le carte che lo spirito invia a queste chiese e a le loro comunità.





Corso di Formazione per il Dialogo Interreligioso ed Ecumenico

Dal 14 al 28 ottobre si è tenuto a Istanbul, organizzato dalla Fraternità Internazionale per il Dialogo, il corso di formazione permanente per i frati, religiose e laici.
Hanno partecipato quest'anno frati dall'Italia, Argentina, Messico, Ucraina. Suore dal Perù, Cile e Germania ed un fratello OFS venuta dagli da origine cubana venuto dagli Stati Uniti.


giovedì 17 settembre 2015

Mutlu Yillar!

Nel capodanno ebraico, siamo andati (Fr. Marcelo e Fr. Adrián) con il nostro Vescovo Mons. Louis Pelâtre (Vicario Apostolico d'Istanbul) al Rabbinato d'Istanbul portando i nostri complimenti e saluti al nostro amico, il Grande Rabbino, Izak Haleva.
Abbiamo condiviso qualche momento di conversazione e anche la presenza di altri capi religiosi cristiani.

Mutlu yillar!!

Fr. Marcelo (2do  a sinistra). Rav. Izak Haleva (sesto da sinistra)
Mons. Pelâtre (quarto da destra), Fr. Adrian (quinto, dietro)